Quotidiano Nazionale logo
25 gen 2022

Pietre d’inciampo per ricordare Benito e Ada

Livorno, domani la posa in via San Francesco . Le testimonianze di Ugo e Luciana Bassano

Bambini nell’orfanotrofio ebraico di Sassetta. Fonte: ‘’Dalla casa nel bosco al grande mondo. Storie di bambini ebrei tra la Toscana e Israele’
Bambini nell’orfanotrofio ebraico di Sassetta. Fonte: ‘’Dalla casa nel bosco al grande mondo. Storie di bambini ebrei tra la Toscana e Israele’
Bambini nell’orfanotrofio ebraico di Sassetta. Fonte: ‘’Dalla casa nel bosco al grande mondo. Storie di bambini ebrei tra la Toscana e Israele’

Un Benito piccolo piccolo. Portato via da Livorno e inghiottito nel gorgo della Shoah. La contabilità della morte dice che furono centinaia gli ebrei livornesi che non tornarono più dalla deportazione. Secondo i recenti studi di Catia Sonetti oltre trecento persone scomparvero nei campi di sterminio e altre decine i civili livornesi furono deportati. La Comunità di Sant’Egidio ha dato vita a una serie di eventi: domani la posa in via San Francesco 32, di due pietre d’inciampo in ricordo di Ada Attal e di suo figlio Benito. Giovedì scorso, nel giardino delle scuole Micheli di Piazza San Marco, è stato piantato un ‘Albero della Memoria’. Domani alle 17, il ricordo di Ada e Benito, introdotto da un intervento, dal saluto dell’assessore Lenzi e di un giovane studente. Un omaggio floreale verrà quindi posto sulle pietre di inciampo e i ragazzi che interverranno potranno lasciare un biglietto con un loro pensiero. Al termine prenderanno la parola i testimoni Ugo e Luciana Bassano. Preziose informazioni su Benito Attal sono contenute nel libro ‘Dalla casa nel bosco al grande mondo. Storie di bambini ebrei tra la Toscana e Israele’ di Silvia Trovato e Tiziano Arrigoni (ed. La Bancarella). Tra le pagine anche una fotografia, un po’ sfuocata, che però contiene anche il volto di Benito insieme ai bambini dell’orfanotrofio ebraico a Sassetta. Il libro è dedicato proprio "A Benito Attal, il bambino il cui piccolo corpo si è dissolto nel fumo di Auschwitz, perchè qualcuno lo ricordi". Giovedì 27 gennaio, alle 15.30, in piazza Benamozegh, la cerimonia in ricordo della deportazione degli ebrei livornesi, con i saluti delle autorità civili e religiose, l’intervento del Rav Dayan, alcune testimonianze. Seguirà l’accensione della Menorah e l’ "abbraccio" alla Sinagoga da parte dei bambini delle Scuole Benci e Bartolena a conclusione dell’iniziativa. Il calendario di ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?