Quotidiano Nazionale logo
8 gen 2022

"Piombino sotto Grosseto? Anche no"

Il segretario del Pd Baldassarri si scaglia contro la proposta di Fratelli d’Italia: "Sono contrario, ecco perché"

Dibattito aperto sulla sanità
Dibattito aperto sulla sanità
Dibattito aperto sulla sanità

"Pensare di spostare Piombino nella provincia di Grosseto non mi pare una buona idea". Il nuovo segretario comunale del Pd Andrea Baldassarri interviene sulla proposta lanciata da Fratelli d’Italia, che ipotizza di staccare Piombino dalla provincia di Livorno per aderire a quella di Grosseto e, contestualmente, passare sotto la Asl Sud Est che raggruppa Grosseto, Siena e Arezzo. "Secondo Fratelli d’Italia tale passaggio garantirebbe a Piombino vantaggi importanti, in particolare nell’ambito della sanità – dice Baldassarri - la proposta, in realtà, non è nuova e fu oggetto già nel 2013 di una raccolta di firme, a cui seguì una delibera del Consiglio Comunale. Personalmente sono contrario a questa soluzione, per vari motivi". "Una simile scelta - afferma Baldassarri - isolerebbe Piombino dagli altri comuni della Val di Cornia, ambito che, al contrario, deve tornare ad essere il nostro orizzonte di programmazione economica e di sviluppo. Nel settore della portualità e della logistica, per noi fondamentale, Piombino sarà chiamata a contribuire allo sviluppo della Zona Logistica Semplificata toscana, sfida che offre importanti opportunità e che richiede collaborazione e sinergia con Livorno, non una velleitaria separazione. In questo quadro l’idea che il porto di Piombino debba fare da solo e possa trovare la propria dimensione come porto del Golfo di Follonica è riduttiva e totalmente anacronistica. Tutto ciò senza contare il legame che, come porto turistico, abbiamo con l’Elba, che molto difficilmente sarebbe disposta a seguirci in questa avventura". "In generale – osserva il segretario Pd - dovremmo guardare oltre la dimensione provinciale che, con l’attuale assetto istituzionale, ha una rilevanza molto limitata. Ci sono ambiti, come quello turistico, nel quale una cooperazione con Follonica o con le Colline Metallifere è utile e necessario ed altri, come quello della portualità, per il quale è invece necessario mantenere solidi i nostri legami storici ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?