Un rendering della residenza del Podere Loghino
Un rendering della residenza del Podere Loghino

Livorno, 24 aprile 2021 - Stamani alcuni rappresentanti dei collettivi degli Orti Urbani, Asia e l'ex caserma hanno occupato simbolicamente e ripulito il Podere Loghino, che è finito al centro di un'inchiesta per una sorta di truffa ai danni del Comune di Livorno. "Una parte - spiega Potere al Popolo - è stata svenduta alla società Elitia. Da un prezzo stimato di un milione e 300 mila è stato svenduto a 400mila euro. Starà alla magistratura stabilire le motivazioni di tale gesto, ma resta l'indiscutibile danno per il Comune e per tutti i cittadini".

"Come Potere al Popolo da tempo stiamo sollecitando il Partito democratico per costituire una commissione di inchiesta che controlli le procedure avvenute all'interno del Comune in questi ultimi anni. Ma ancora, purtroppo non abbiamo ricevuto risposta e possiamo solo prendere atto dell'attendismo del Pd nel capire cosa sia accaduto in questi anni. La preoccupazione in città su casi di presunta corruzione è alta - conclude Potere al Popolo -, e da parte nostra possiamo solo promettere di fare la massima luce su tali presunti accadimenti".

Domenica 25 aprile i collettivi indicono un'assemblea alle ore 11 presso il gazebo del parco pubblico di Coteto (accanto alla Rsa).