Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
17 mag 2022

Porto, appello dei soci "Sì al concordato"

Domani l’assemblea ma si può votare fino alle 23 del 7 giugno "Salviamo i posti barca"

17 mag 2022
Danilo Volterrani, presidente del comitato soci
Danilo Volterrani, presidente del comitato soci
Danilo Volterrani, presidente del comitato soci
Danilo Volterrani, presidente del comitato soci
Danilo Volterrani, presidente del comitato soci
Danilo Volterrani, presidente del comitato soci

Porto di Cecina: il comitato dei rogitanti e dei proprietari invitano tutti i soci a votare compatti per approvare il concordato.

Il comitato proprietari conta ad oggi di 81 soci, corrispondenti al 15,70 del capitale sociale. Domani alle 9 al tribunale di Livorno, in via De Larderel n. 88, si terrà l’assemblea dei Creditori del Porto di Cecina. I creditori potranno votare in assemblea ma si potrà votare, per pec o raccomandata , fino alle 23 del 7 giugno 2022 tenendo presente che la documentazione dovrà essere recapitata alla cancelleria del tribunale entro le ore 24 della data predetta. "Soprattutto per i soci rammentiamo queste semplici regole inerenti le modalità di voto: chi non ha la PEC dovrà fare la raccomandata ( non si vota per semplice mail). Per la votazione si può avere una sola delega e si deve indicare la classe di appartenenza ( enunciandola vicino al nominativo). Chi non vota e come se votasse no al Piano Concordatario".

Il Commissario Giudiziale dottor Paganelli. informa il comitato soci presieduto da Danilo Volterrani, nella sua relazione ( ex art 172 Lf) sostanzialmente ha espresso un positivo apprezzamento al piano concordatario proposto da CdA del porto. Egli inoltre dimostra con osservazioni e simulazioni numeriche, nell’interesse dei creditori , che la proposta concordataria e più favorevole rispetto all’ipotesi fallimentare. "Quindi è stato ribadito dal commissario ciò che erano di fatto le risultanze dibattute nella nostra assemblea del comitato: dare il nostro pieno sostegno all’ipotesi concordataria. Nella recente comunicazione dei rogitanti , che è stata resa pubblica sul web, si è preso atto del loro favore alla proposta concordataria, ma soprattutto si sono osservate anche valutazioni molto negative su “una proposta di acquisizione del porto” che a loro sarebbe stata presentata dalla societa Inmar lo scorso 21 aprile. Tale proposta, di cui noi proprietari conosciamo solo le poche info riportate dai giornali , pare non essere “una proposta irrevocabile di acquisto” e non è stata resa pubblica . Ma apprendiamo dal comunicato emesso dai rogitanti che essa prevede una acquisizione del porto a fronte di una falcidia pesante dei crediti vantati dai Rogitanti e anche da chi ha già rogitato box e garage. Un abbattimento (perdita) del valore dell’80% Tale proposta appare del tutto immotivata per i nostri interessi e penalizzante per molte classi di creditori. ntanto citiamo un intento comune che vorremmo perseguire tra comitato rogitanti e proprietari. Potremmo pertanto essere disponibili per un investimento sul porto per una cifra molto ipotetica di 2.500.000 euro".

L. F.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?