Quotidiano Nazionale logo
28 dic 2021

"Pronto a mettere disposizione la Diocesi"

Il vescovo di Livorno Simone Giusti interviene sulle crisi delle aziende e i posti di lavoro a rischio
Il vescovo di Livorno Simone Giusti interviene sulle crisi delle aziende e i posti di lavoro a rischio
Il vescovo di Livorno Simone Giusti interviene sulle crisi delle aziende e i posti di lavoro a rischio

Il vescovo di Livorno monsignore Simone Giusti si offre come cassa di risonanza per le vertenza Eni e Wass. O meglio "la Diocesi di Livorno sarà il luogo dove ognuno potrà esprimersi e trovare la maniersa per intendersi - ha spiegato il vescovo stesso - e soluzioni condivise per la tutela del lavoro e dell’ambiente. Come un padre di famiglia devo salvaguardare il lavoro dei miei figli per evitare che finiscano tutti a chiedere aiuto alla Caritas". Aggiunge: "Proseguo nel mio operato che si ispira a queste finalità caritatevoli perché grazie a Dio non ho interessi da difendere, né devo farmi rieleggere. Devo rispondere al buon Dio come vescovo. E come vescovo Dio sarà più severo con me se non avrò operato al meglio nell’interesse della mia comunità". Tutto questo il vescovo Giusti lo ha annunciato a margine della messa di Natale. "Su invito dei dirigenti e lavoratori Eni - ha ricordato monsignore Giusti - li ho incontrati prima di Natale. Lo stesso ho fatto con i dirigenti di Wass. Abbiamo discusso delle prospettive future di queste due realtà lavorative. Mi sono offerto così di mettere a disposizione la Diocesi come terreno neutrale per dibattere del loro futuro". La Wass di Livorno del gruppo Leonardo (partecipato dallo Stato) è in vendita (produce sonar e siluri) insieme alla Oto Melara di La Spezia (produce cannoni navali). Le potrebbe comprare il gruppo franco tedesco Knds (consorzio tra Kmw tedesca e Nexter francese). Lavoratori e sindacati non vogliono saperne, alla pari delle istituzioni locali e dei parlamentari del territorio (Manfredi Potenti della Lega e Andrea Romano del Pd). Piuttosto meglio sarebbe se finissero sotto il controllo dell’italiana Fincantieri. Monica Dolciotti ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?