Quotidiano Nazionale logo
19 mar 2022

Riabilitazione covid, ricoveri in calo

Campiglia, dopo il picco invernale i casi si stanno riducendo. Curati e recuperati oltre 78 pazienti

Si prevede il ritorno alla normalità
Si prevede il ritorno alla normalità
Si prevede il ritorno alla normalità

Il Centro di riabilitazione di Campiglia Marittima sta tornando alla normalità. Si riducono infatti a 12 i posti letto destinati ai pazienti positivi al covid che necessitano di riabilitazione. Dai primi giorni di gennaio, grazie all’esperienza maturata nel centro riabilitativo nelle precedenti fasi della pandemia, la direzione aziendale della Asl e l’Amministrazione comunale di Campiglia, hanno concordato sulla necessità di destinare l’intera struttura - 24 posti letto - all’assistenza riabilitativa per i pazienti covid positivi. Ciò ha permesso, quando i ricoveri ospedalieri crescevano in modo esponenziale, di ‘alleggerire’ i reparti ospedalieri, in particolare di Livorno e Cecina, mantenendo intatti tutti gli altri servizi distrettuali, compresa la riabilitazione domiciliare. "Si pensi che dal 4 gennaio al 15 marzo – sottolinea Cristina Laddaga, responsabile dell’area della riabilitazione per la zona sud della Asl Toscana nord ovest - a Campiglia sono stati trasferiti dai reparti ospedalieri ben 78 pazienti, di cui 26 provenienti dagli ospedali di Cecina, 31 da Livorno, 13 da Pontedera, 4 e 3 rispettivamente da Massa e Lucca, 1 dall’Azienda Ospedaliera Pisana. Mi preme anche evidenziare che abbiamo, prima di tutto, preso in carico i pazienti residenti nelle Valli Etrusche (27), 10 di Piombino, 7 di Cecina, 5 di Rosignano, senza dimenticare le 2 persone di Campiglia, oltre a 1 residente a Castagneto e 1 di San Vincenzo. Un risultato importante ottenuto grazie al lavoro di squadra portato avanti con i direttori degli ospedali e la direzione sanitaria". "Se l’andamento dei ricoveri, si manterrà stabile o diminuirà – conclude Cristina Laddaga - è prevedibile che entro un mese il Centro di Campiglia torni a svolgere il suo ruolo esclusivo di riferimento per la riabilitazione della Val di Cornia e di tutta l’area sud dell’Asl Toscana nord ovest". "Siamo ovviamente sollevati del fatto che i ricoveri covid nel nostro centro inizino a diminuire – afferma la sindaca di Campiglia Marittima, Alberta Ticciati - ci tengo a ringraziare il personale medico ed infermieristico ed in primis la responsabile Dott.ssa Laddaga per la professionalità, la dedizione e l’impegno profuso in questi difficili mesi di lavoro. Siamo convinti che questa esperienza potrà essere preziosa per investire nello sviluppo e nella prospettiva di questo centro di riabilitazione che ha dimostrato, ancora una volta, di essere un fiore all’occhiello e un importante presidio di riferimento per l’intera area sanitaria. Siamo certi l’azienda vorrà e saprà ulteriormente valorizzarlo“.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?