Livorno, 10 settembre 2018 - La Federazione Italiana Salvamento Acquatico ,dedita alla formazione e sensibilizzazione sulla sicurezza in mare, con i propri soccorritori (assistenti bagnanti brevettati) coadiuvati dal delegato/maestro di salvamento Gian Carlo Perrotta, ha dato vita a una dimostrazione di salvamento in acqua ai Bagni Nettuno di Livorno.

La manifestazione arriva a conclusione di una stagione che ha visto numerosi interventi eseguiti da chi ogni giorno è in mare per sorvegliare, salvaguardare e intervenire per salvare vite umane. La manifestazione ha visto dimostrazioni di salvataggio degli assistenti bagnanti della Fisa che si sono susseguiti in acqua (Tommaso Quaglerini, Federico Bottoni, Tommaso Fai, Bernardo Moretti, Niko Genchi) che hanno dato dimostrazione dell’uso dei presidi classici (rescue can, rescue tube etc..) ma anche dimostrazioni dell’uso della tavola da surf per soccorso (rescue board).

Non potevano però mancare le unità cinofile della Fisa con i Saucs Costa Maremmana (Andrea Spaccapietra con Buddy, Carlo e Gabriella Ongaro con i loro cani Safira, Arrya e Bonita).

 La manifestazione si è conclusa con la consegna da parte del delegato regionale Toscana Perrotta di un attestato di partecipazione alle unità cinofile dei Vigili del Fuoco e alla Guardia Costiera per l’attività che svolgono ogni giorno nella salvaguardia della vita umana.

Erano presenti anche le unità cinofile dei vigili del fuoco di Livorno che hanno partecipato alle ricerche sotto il ponte Morandi di Genova (l’ispettore Benedetto Catania con il suo cane Maya, il vigile coordinatore Corrado Salvadori con Zara, il vigile coordinatore Ilio Donnini con Ombra), il 2° C. scelto Massimiliano Rocchi della Guardia Costiera di Livorno.

"Un ringraziamento sentito - dicono gli organizzatori - va ai gestori dei Bagni Nettuno che ci hanno voluti e ospitati nel loro stabilimento. La Fisa vi aspetta ai prossimi corsi di salvamento per il rilascio del relativo Brevetto chiamando al 363392520586".