Scritta ‘Free Palestine’ sotto la lapide di via degli Ebrei vittime del nazismo

Imbrattato il muro all’angolo di via Guerrazzi, alla vigilia della giornata della Memoria in ricordo delle 6 milioni di vittime della Shoah

Livorno, imbratto il muro della via 'Ebrei vittime del nazismo’
Livorno, imbratto il muro della via 'Ebrei vittime del nazismo’

Livorno, 24 gennaio 2024 - Imbrattato il muro con la scritta «Free Palestine» in via degli Ebrei vittime del nazismo, all’angolo con via Guerrazzi. E’ successo a Livorno, alla vigilia delle celebrazioni per la giornata della Memoria del 27 gennaio, istituita dall’assemblea generale delle Nazioni Unite. E’ indubbio che stiamo vivendo un momento storico particolare, alla luce dell’inasprimento del conflitto in Medioriente tra Hamas e Israele dopo l’eccidio ai confini di Gaza di 1450 ebrei, lo scorso 7 ottobre da arte dei fondamentalisti di Hamas.  Un fatto inaccettabile, la scritta a caratteri cubitali proprio sotto alla targa stradale della via che ricorda i 6 milioni di ebrei vittime della Shoah, proprio all’indomani del partecipato corteo in città per le due nuove pietre di inciampo scoperte a Livorno di fronte alla casa in cui abitavano Liliana Archivolti, maestra dell’orfanotrofio israelita, e sua madre Elena della Torre.