Livorno 11 marzo 2018 - Ancora un caso di maltrattamenti e violenze contro una donna: protagonisti  un uomo di 50 anni italiano, residente a Pisa, che perseguitava la ex fidanzata straniera che vive a Livorno. Contro l'uomo è stato emesso dal Tribunale di Livorno un provvedimento interdittivo. Se lo violerà finirà in carcere.

La polizia ha eseguito l’ordinanza del gip, alla conclusione delle indagini  che ha svolto il personale specializzato della sezione  della squadra mobile che si occupa dei reati di stalking e maltrattamenti in famiglia. I poliziotti sono stati coordinati dal sostituto procuratore Massimo  Mannucci, che ha disposto nei confronti del cinquantenne il divieto di avvicinamento alla sua ex fidanzata, l'obbligo di mantenendosi sempre ad una distanza di almeno 500 metri, oltre al divieto di comunicazione. Le indagini sono scattate dopo che la donna ha presentato denuncia contro l'ex compagno  all'inizio di quest'ano.

Gli agenti della mobile  hanno così acquisire le prove  grazie alla quali il  pm ha chiesto al  gip del Tribunale  la misura cautelare che deve servire a mettere la donna al riparo dei soprusi dell'ex, che non ha accettato la fine del legame.  

Dalla fine del 2017 la donna subiva minacce e molestie, atti persecutori che si traducevano in appostamenti sotto casa e sul luogo di lavoro. Non si esclude nemmeno che l’ex fidanzato  abbia danneggiato   lo scooter  della donna. L'ex ha inoltre continuato ad importunarla con messaggi, telefonate, pedinamenti, lettere assillanti ed insulti di  ogni genere. Tutto  questi ha provocato  alla donna un gravissimo stato di ansia e un fondato timore per la propria incolumità. Questo l'ha indotta a a cambiare le proprie abitudini di vita.