Quotidiano Nazionale logo
29 mar 2022

Tre milioni per il nuovo supermarket

Piombino, via ai lavori al punto vendita storico Coop di via Gori. Le date che interessano 19mila soci

Un investimento di tre milioni di euro per riqualificare il supermercato Coop di via Gori. Si tratta del punto vendita storico Coop nel centro della città, che nel 1945 ha dato i natali alla Cooperativa di consumo.

"Mi piace pensare a una rinascita del negozio e ad una sua risalita verso l’alto – afferma il direttore della Rete Vendita Unicoop Tirreno Luis Colmenar – il supermercato di via Gori è un punto di riferimento per Piombino e continuerà ad esserlo, ma in un ambiente più funzionale, moderno e luminoso; sicuramente più gradevole, sia per i clienti che per i lavoratori".

Quando parla di risalita il direttore si riferisce al reparto alimentare che si trova al piano interrato e che tra qualche settimana sarà chiuso e messo in sicurezza, ma non più aperto al pubblico. Gli alimentari verranno trasferiti al piano terra (circa 1000 mq di superficie), mentre gli articoli non alimentari (cancelleria, tessile, casalinghi e altro) dal 2 aprile andranno al primo piano (dove già si trova e rimarrà Euronics), occupando 250 mq di superficie. L’investimento complessivo dei lavori è di circa 3milioni di euro e la ristrutturazione sarà organizzata in vari step per creare meno disagi possibili ai clienti e ai soci Coop, che a Piombino sono circa 19mila.

Il percorso è iniziato ieri con la chiusura del piano terra. L’area alimentare al piano interrato rimarrà aperta al pubblico fino al 19 aprile e poi ci sarà un periodo di chiusura durante il quale saranno proposti servizi per facilitare la spesa nel secondo supermercato Coop di Piombino, quello di Salivoli.

La conclusione dei lavori in è prevista per l’inizio dell’estate. Al supermercato di via Gori lavorano 55 persone. L’investimento per riqualificare i punti vendita fa parte delle scelte delineate dal bilancio preventivo 2022.

Un bilancio che registra ancora una crescita di Unicoop Tirreno e che prevede un utile netto di 2,2 milioni di euro. Un andamento positivo per il terzo anno consecutivo: margine operativo lordo a 8,3 milioni di euro, investimenti a 29 milioni e vendite lorde a 852 milioni. Sono queste le previsioni contenute nel bilancio preventivo per il 2022 di Unicoop Tirreno, la Cooperativa che ha ssde a Vignale Riotorto, presente con 96 punti vendita, 550mila soci e 3.500 dipendenti in Toscana, Lazio e Umbria. Nell’anno in corso le vendite lorde al dettaglio saranno pari a 852 milioni di euro. Un risultato calcolato in un contesto di forte incertezza dovuta alle tensioni internazionali, alla pandemia Covid-19, alla spinta inflazionistica e alla conseguente previsione di contrazione dei consumi. Gli investimenti arriveranno quasi a 29 milioni di euro, di cui circa 7 destinati all’ammodernamento dei punti vendita e 1,7 all’efficientamento energetico.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?