Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
12 mar 2022

"Mi aspetto una prestazione all’altezza"

Mister Angelini ha preparato la squadra in vista dell’incontro di domani contro il Certaldo: "Il gruppo è sano. Vedremo come si comporterà"

12 mar 2022
Roberto Angelini è arrivato dopo le dimissioni dell’ex tecnico Francesco Buglio ex del Cesena (Foto Novi)
Roberto Angelini è arrivato dopo le dimissioni dell’ex tecnico Francesco Buglio ex del Cesena (Foto Novi)
Roberto Angelini è arrivato dopo le dimissioni dell’ex tecnico Francesco Buglio ex del Cesena (Foto Novi)
Roberto Angelini è arrivato dopo le dimissioni dell’ex tecnico Francesco Buglio ex del Cesena (Foto Novi)
Roberto Angelini è arrivato dopo le dimissioni dell’ex tecnico Francesco Buglio ex del Cesena (Foto Novi)
Roberto Angelini è arrivato dopo le dimissioni dell’ex tecnico Francesco Buglio ex del Cesena (Foto Novi)

Sarà una partita decisiva quella tra Certaldo e US Livorno in programma domani. Alle 14.30 il fischio d’inizio darà il via, allo Stadio Comunale Stefano Lotti di Poggibonsi, a una nuova pagina degli amaranto. Quella targata mister Roberto Angelini. Arrivato dopo le dimissioni dell’ex tecnico Francesco Buglio, l’ex Cesena ha diretto l’intera settimana facendo un bilancio, nella consueta conferenza stampa, delle sessioni di allenamento: "Abbiamo lavorato bene, ho trovato un gruppo sano e soprattutto ho capito che la qualità non è per questa categoria – ha detto – La gara contro il Perignano, però, purtroppo lo era. Sono curioso anch’io di vedere come si comporteranno, se metteremo in campo ciò che abbiamo provato non ci saranno problemi per fare una prestazione superiore". Nelle ultime quattro gare l’US Livorno non ha brillato, anzi, ha giocato sottotono. Anche dopo la vittoria contro il Picchi le sensazioni non erano positive ed è stata proprio la sconfitta contro il Fratres Perignano la goccia che ha fatto traboccare il vaso. "Penso sia un discorso di lavoro, mentalità e adattamento – ha detto Angelini – vorrei dare organizzazione, il Livorno dovrà giocare nella metà campo avversaria, deve avere più palla, creare più occasioni e rischiare meno. La quotidianità sarà fondamentale, ma poi dovranno ricordarsi che un conto è allenarsi tra di loro, l’altro è giocare". Tra le varie novità di formazione che mister Roberto Angelini presenterà ci sarà poi, oltre a Lorenzo Pecchia in versione super offensiva, anche lo slittamento sulla corsia esterna destra di Tommaso Bellazzini. Il fantasista amaranto, complice anche un lungo infortunio, non ha reso quanto le enormi aspettative, dettate da tecniche ed esperienza, create su di lui. La piazza aspetta a gran gloria di vederlo al 100% e il nuovo ruolo, che gli permetterà di rientrare sul piede preferito, potrebbe dargli nuova linfa. Lo stesso Angelini ha parlato di lui: "Ci ho giocato contro lo scorso anno quando era all’Aglianese e l’ho visto giocare in Lega Pro – ha detto - Ci aspettiamo tutti di più. Noi lo metteremo nelle migliori condizioni offensive per rendere al meglio. La maglia addosso deve meritarla sempre". Ecco che contro il Certaldo c’è tanta voglia di riprendere dalle situazioni positive viste nel 2021 e, soprattutto, tornare ad avere un’identità di gioco: "Mi aspetto di vedere un Livorno con velocità di palla, qualità delle giocate. La partita dura novanta minuti e ci sono tante dinamiche sia fisiche che mentali. Siamo il Livorno, gli altri devono avere paura di noi" ha concluso Giuseppe Angelini".

Filippo Ciapini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?