Pitbull azzanna una donna in strada. Allarme a Livorno: “Razze pericolose”

È accaduto in corso Amedeo dove a novembre un’anziana era stata attaccata da cinque cani della stessa razza

FE_IMG_0260-81297991
FE_IMG_0260-81297991

Livorno, 13 gennaio 2024 – Ancora un’aggressione ai danni di una donna, azzannata da una cane che potrebbe somigliare a un pitbull. Secondo testimoni avrebbe attaccato la donna mentre era al guinzaglio tenuto dal padrone. È successo venerdì in Corso Amedeo vicino alla Farmacia Nuova.

Sulle prime sembrava si fosse trattato di uno dei cinque cani che il 3 novembre hanno azzannato una donna anziana di ottanta anni all’Origine, facendola cadere a terra, procurandole ferite e la frattura di un femore. Ma a quanto pare sembrerebbe di no. In quella circostanza l’ottantenne ha sporto denuncia contro la padrona dei cani, una cittadina peruviana che abita in zona.

Questa volta la vittima del cane, una cinquantenne, è stata soccorsa da alcuni passanti che sono accorsi in suo aiuto allarmati dalle grida disperate della donna. La signora stava camminando in corso Amedeo e all’altezza della Farmacia Nuova si è trovata davanti il cane. Sono bastasti pochi secondi per scatenare la reazione dell’animale che l’ha attaccata mordendola subito a un braccio. È stato in quel frangente che le invocazioni di aiuto della donna hanno fatto accorrere alcuni passanti.

Prima hanno allontanato il cane, poi hanno portato la vittima sanguinante per le ferite al braccio all’interno della farmacia, dove le sono state prestate le prime cure, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza della Misericordia inviata dalla centrale del 112, con la quale è stata trasferita al pronto soccorso. Sul posto è intervenuta la polizia municipale, “ma all’arrivo degli agenti il cane e il proprietario erano già spariti – riferisce la comandante Annalisa Maritan –. La donna ferita ha parlato con gli agenti della polizia municipale. Si presume che sporgerà denuncia”.

Il 3 novembre cinque pitbull, sfuggiti al controllo della padrona perché scappato da casa, si erano avventati su una anziana che stava rincasando in Corso Amedeo, vicino la piazzetta dell’Origine, con il carrellino della spesa. Gli animali, nervosi e molto aggressivi, l’hanno circondata sbarrandole la strada e l’hanno assalita facendola cadere a terra mordendola agli arti.

Tre uomini, tra i quali un macellaio della vicina via dell’Origine, sono corsi in suo aiuto dell’anziana ormai in balia dei cani. Prima hanno colpito gli animali con tutto quello che avevano, poi sono riusciti a farli allontanare dalla vittima sanguinante, a terra dolorante per le ferite e il trauma al femore. Dopodiché è arrivata anche la padrona dei cinque cani, una cittadina peruviana, che li ha spinti in casa da dove erano usciti poco prima, perché avevano trovato la porta aperta. L’anziana ha poi sporto denuncia contro la proprietaria degli animali.

Certamente l’episodio di venerdì scorso deve far riflettere sulle modalità di gestione di certi cani, che sono potenzialmente pericolosi. È obbligatorio per legge avere sempre con sé la museruola e farla indossare al cane nel caso in cui si presenti una situazione pericolosa per altre persone o animali. Oppure, nel momento in cui venga fatta esplicita richiesta da parte di una pubblica autorità.

Monica Dolciotti