Quotidiano Nazionale logo
12 apr 2022

Classe 1L scuola media Micali, Livorno

Intervista alla bambina che è arrivata a Livorno per fuggire dalla guerra che sta devastando la sua terra

Bambini mobilitati per la pace
Bambini mobilitati per la pace
Bambini mobilitati per la pace

Pochi giorni fa siamo venuti a conoscenza di un nuovo ingresso nella nostra classe: Veronika, una ragazzina ucraina, in fuga dalla guerra. Entusiasti di questo, le abbiamo preparato dei cartelloni in doppia lingua e molti regali (materiale scolastico, biglietti di benvenuto, quaderni). All’inizio Veronika è apparsa molto timida e riservata, ma pian piano si sta ambientando e sta facendo amicizia con tutti noi. Abbiamo deciso di farle alcune domande riguardo alle tradizioni della sua nazione, alla sua precedente scuola e al suo

modo di vivere. Ovviamente le nostre comunicazioni avvengono con google traduttore e con altre utilissime applicazioni che ci permettono di conoscerci

più facilmente.

Ciao Veronika, qual è la tua materia preferita?

"Cultura e disegno".

Come è la scuola in Ucraina?

"Beh, mi è piaciuto studiare lì".

Da quanti alunni è formata la tua classe?

"Da 32 alunni, tantissimi!".

Quali differenze noti con la nostra scuola?

"Qui in classe non possiamo usare il telefono, non c’è un bar

dove comprare qualcosa da mangiare; per fortuna ho incontrato bambini socievoli".

A che ore cominciano le lezioni nella tua scuola?

"Alle 9:25 e terminavano dopo quattro ore. Il martedì, invece, alle 8:30".

Ti trovi bene in questa scuola?

"Mi piace molto, è tutto molto bello, un po’ insolito ma mi ci abituerò".

Cosa ti piace della scuola italiana?

"La struttura è bella, soprattutto il giardino che adoro. La lingua

non è familiare ma mi abituerò. Mi piace tutto qui".

Che cosa facevi nel tempo libero?

"Passeggiate, tanti disegni e guardavo la TV.

Qual è il tuo cibo italiano preferito?

"Mi piace molto la pasta, l’insalata di gamberi ed il formaggio".

Ti piace la vita in Italia?

"Abbastanza, è diversa da quella in Ucraina, qui è tutto così nuovo, a partire dalla lingua e dal cibo, però mi piace".

Sei riuscita ad ambientarti nella nuova casa in Italia?

"Adesso mi sono abituata e mi sento a mio agio, ma mai come in Ucraina".

Che cosa ti piace disegnare?

"Beh, cerco immagini su internet da ricopiare oppure dei disegni di fantasia, inventati!".

Veronika è ancora molto scossa da quanto accaduto nella sua città, Leopoli, e per questo motivo non le abbiamo fatto domande in merito; ci auguriamo che trascorra nella nostra scuola delle giornate serene e indimenticabili.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?