Livorno riscopre la Fortezza Vecchia, intesa per valorizzare il complesso monumentale

Comune, Camera di Commercio e Autorità di Porto uniti nel progetto: ci sono già sei milioni di euro

T15MO1
T15MO1

Livorno, 13 febbraio 2024 – Firmato ieri mattina il Protocollo d’intesa tra Comune di Livorno, Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale e Camera di Commercio Maremma e Tirreno, per la realizzazione delle azioni necessarie ad attuare il p programma di valorizzazione della Fortezza Vecchia. Lo hanno sottoscritto: Riccardo Breda presidente della Camera di Commercio, l’assessore al porto Barbara Bonciani, il sindaco Luca Salvetti e Claudio Capuano per l’Autorità Portuale. Nel documento si sottolinea che «la valorizzazione e la rifunzionalizzazione della Fortezza Vecchia, il più prestigioso complesso monumentale della città di Livorno, è un obiettivo da lungo tempo perseguito e centrale nelle strategie attuali e future di politica culturale, turistica e marittimo portuale della città». Un’iniziativa «da realizzarsi nell’ambito di un’operazione complessiva di riordino delle aree urbano-portuali – si legge nel Protocollo – che comprenda anche l’area della Stazione Marittima, da integrare con il tessuto urbanistico cittadino, anche per fare fronte ai crescenti traffici crocieristici e dei traghetti». La Fortezza Vecchia, nei livelli superiori, è di proprietà del Demanio dello Stato/ramo storico artistico (fino al 29 febbraio), in quelli inferiori (parte ipogea) della Camera di Commercio.

Il percorso di federalismo culturale prevede l’adozione di un Programma di valorizzazione della Fortezza. Infatti sono stati già stanziati 6,2 milioni dei quali 3,2 del Comune e 3 milioni della Regione. Il sindaco prima della firma in sala cerimonie in Municipio ha ricordato: «Dal 1 marzo il Demanio cederà la sua quota di Fortezza al Comune. Con i 6,2 milioni di euro si procederà al consolidamento della Fortezza Vecchia, al miglioramento della sua fruibilità turistica e del port-center».

di Monica Dolciotti