Livorno, si imbarcano con 66 chili di sigarette di contrabbando: due denunciati

Diretti alla Corsica avevano nascosto le sigarette nei bagagli

Le sigarette sequestrate

Le sigarette sequestrate

Livorno, 15 novembre 2023- Sempre alta l'attenzione nel porto labronico da parte delle Fiamme Gialle e dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (Adm), non solo nella lotta al traffico di stupefacenti e alle frodi, ma anche per contrastare il contrabbando di sigarette. Stavolta la sinergia operativa tra finanzieri e doganieri scaturisce da una ponderata analisi dei rischi effettuata sulle navi passeggeri in arrivo e partenza da e per la Corsica. Una rotta attiva tutto l'anno e sempre molto frequentata, sia da turisti che da mezzi commerciali. Gli operanti si sono posizionati in porto e hanno selezionato diversi soggetti e mezzi da controllare, in procinto di imbarcarsi per la Francia. In particolare l'attenzione si è concentrata su un autobus proveniente dalla Romania, con a bordo diversi passeggeri e relativi bagagli. È stato quindi effettuato un controllo doganale su alcune persone presenti a bordo, in particolare due uomini che manifestavano evidente nervosismo. Dall'ispezione dei loro bagagli è quindi emerso come trasportassero illecitamente ben 66 chilogrammi dei cosiddetti «tabacchi lavorati esteri», ossia le «bionde di contrabbando». Il carico irregolare è stato sequestrato e i due uomini sono stati denunciati alla Procura per le ipotesi delittuose previste dagli articoli 291-bis (contrabbando di tabacchi lavorati esteri) e 291-ter (circostanze aggravanti del delitto di contrabbando di tabacchi lavorati esteri) del Testo Unico Leggi Doganali. Maurizio Costanzo