Notte di paura in Venezia, ragazza molestata da uno straniero e soccorsa da alcuni giovani

I genitori di uno di loro scrivono una lettera a Livorno Press: “Nostro figlio, intervenuto per primo, ha rischiato come gli altri...”

Migration

Livorno, 22 novembre 2023 – Ha avuto paura una ragazza che sabato notte era nel quartiere Venezia, per trascorrere qualche ora in allegria con gli amici. Quando, dopo le una di notte, si è avviata per prendere lo scooter e tornare a casa, in sella al suo mezzo ha trovato uno straniero che invece di andarsene è rimasto lì, urlandole contro. La scena non è sfuggita all’occhio attento di un ragazzo che era nelle vicinanze e aveva appena accompagnato a casa la sua fidanzata. Non se l’è sentita di voltare lo sguardo da un’altra parte e si è avvicinato per prendere le difese della ragazza, sempre più in difficoltà. Il ragazzo ha provato a far allontanare l’uomo molesto, e a lui se ne sono aggiunti altri. Nonostante questo l’uomo ha iniziato a inveire anche contro di loro.

A quel punto è partita la chiamata al 112, con richiesta di aiuto alle forze dell’ordine. ’Livorno Press’, ha diffuso la lettera dei genitori del ragazzo accorso per primo in aiuto della ragazza in difficoltà: "L’operatore delle forze dell’ordine, che aveva la posizione del cellulare di nostro figlio, ha risposto che avrebbe mandato subito una pattuglia. Alle 3, dopo più di un’ora dalla chiamata al 112, i ragazzi erano sempre lì, con la ragazza e lo straniero che urlava". Allora il drappello dei coraggiosi difensori della giovane, hanno alzato i toni nei confronti del molestatore, che finalmente se ne è andato. Nella lettera i genitori del ragazzo scrivono: "I ragazzi e nostro figlio hanno rischiato, perché non sai mai cosa possono avere in tasca questi tipi, con quello che leggiamo tutti i giorni...".

M. D.