Insetti, scoperta nuova specie all’Isola d’Elba: al via il totonomi

Tutti i cittadini potranno votare il loro preferito sulla base di tre opzioni possibili

La nuova specie di embiottero scoperta sull'isola dell'Elba

La nuova specie di embiottero scoperta sull'isola dell'Elba

Porto Azzurro, 5 dicembre 2023 – Grande entusiasmo tra gli entomologi per la scoperta di un nuovo insetto nel Comune di Porto Azzurro all’isola d’Elba che arricchisce la biodiversità del territorio e di tutto il pianeta. Si tratta di una nuova specie di “embiottero” quasi sicuramente autoctona ed endemica. Gli embiotteri sono insetti difficili da vedere, perché in genere trascorrono tutta la loro vita protetti dentro tunnel di seta che secernono e costruiscono grazie a particolari ghiandole poste sulle zampe anteriori. La scoperta è stata fatta grazie ai nuovi studi compiuti dalla World Biodiversity Association onlus (WBA), con il supporto del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano ed in collaborazione con il Nat Lab (Museo Naturalistico dell’Arcipelago Toscano). Nell’Arcipelago Toscano gli embiotteri sono stati storicamente poco studiati e fino ad oggi se ne conoscevano solo due specie. La nuova specie è in fase di descrizione nell’ambito di un articolo scientifico curato da Paolo Fontana e Leonardo Forbicioni. Dato che si tratta di un patrimonio che appartiene a tutti, gli entomologi vogliono coinvolgere i cittadini nella scelta del nome da dare alla specie e propongono tre nomi da votare entro il 6 gennaio 2024 al link 1) Embia dell’Isola d’Elba Embia ilvana n. sp, da Ilva, il toponimo di probabile origine preromana facente riferimento alla popolazione dei Liguri Ilvates. 2) Embia delle isole Embia insularum n. sp. Il nome scientifico che si propone è quindi Embia delle isole e cioè Embia insularum. 3) Embia della biodiversità Embia biodiversitatis n. sp. Ora che il concetto di biodiversità è stato inserito nella Costituzione della Repubblica Italiana l’8 febbraio 2022 (articoli 9 e 41).