Nuovo raid nelle scuole, rubati sei tablet alla media Michelangelo

Ennesima incursione notturna dei ladri nell’istituto di via Dudley, in zona Sorgenti

Polizia
Polizia

Livorno, 16 gennaio 2024 – Le scuole sono una ’preda facile’ per i ladri. Lo dimostra l’ennesima incursione dei malviventi all’interno di una scuola media Michelangelo di via Dudley in zona Sorgenti.

Nella notte tra domenica e lunedì sconosciuti hanno facilmente forzato una porta della scuola che su trova al piano terra.

Da lì senza ostacoli hanno raggiunto il primo piano dove di trovano le aule e lì si sono appropriati di sei computer per un valore di circa 1800 euro. Strumenti preziosi per la didattica e tra gòli oggetti che i ladri prediligono quando colpiscono nelle scuole, nella maggior parte dei casi sprovviste di sistemi di allarme e antintrusione.

È stato il personale scolastico ieri mattina, aprendo la scuola, a scoprire cosa era successo durante la notte.

Così è stato avvertito il dirigente scolastico che ha sua volta ha chiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Nella sede della scuola Michelangelo sono così intervenuti gli agenti della Questura che hanno effettuato un sopralluogo e hanno avviato le indagini per scoprire gli autori del furto di computer.

Sempre nella notte tra domenica e lunedì è scattato l’allarme alla scuola media Mazzini in via Tozzetti vicino all’ospedale, pare però non sia stato portato via nulla perché i ladri sono fuggiti a mani vuote. Hanno rotto il vetro di una finestra e questo è bastato a far scattare l’allarme.

L’ultimo caso riguarda il furto alla scuola media Fattori dove lo scorso 6 novembre sono stati rubati 9 tablet. Gli autori del ’colpo’ due pregiudicati livornesi, di 43 e 20 anni, sono stati arrestati e messi in carcere il 14 dicembre grazie al lavoro investigativo dei carabinieri che li hanno sorpresi mentre si aggiravano con fare sospetto nei dintorni della scuola Fattori, ancora chiusa la mattina presto del 6 novembre, con un borsone all’interno del quale c’erano i 9 tablet. I due non erano stati in grado di giustificare e dimostrarne il possesso. Di lì le indagini che hanno permesso di raccogliere le prove utili a farli finire dietro le sbarre.

La vice sindaco Libera Camici, con la delega sulle scuole, fa sapere che: "A fine 2023 il Comune ha destinato risorse per l’acquisto di porte blindate per le scuole come richiesto dai dirigenti scolastici. Queste risorse sono state attinte dal bilancio comunale". Il solo Comune di Livorno ha in gestione 86 plessi scolastico tra nidi, materne e scuole dell’obbligo.

di Monica Dolciotti