“Pronti gli stati generali della sanità a Livorno. Così difendiamo tutti i servizi”

Appuntamento il 23 gennaio in Provincia con l’evento “Il modello sanitario, aspettando il nuovo ospedale”

Il sindaco Luca Salvetti (Foto Novi)
Il sindaco Luca Salvetti (Foto Novi)

Livorno, 13 gennaio 2024 – Avrebbe dovuto tenersi sotto Natale il maxi evento dedicato alla sanità livornese e regionale, sotto il nome di ‘Il modello sanitario, aspettando il Nuovo ospedale’. Poi l’approvazione del bilancio in Regione, ha trattenuto ad oltranza il presidente Giani, alle prese col nodo del payback sanitario. Ma dopo il rinvio forzato, l’evento fortemente voluto da Palazzo Civico si terrà e ha una nuova data da segnare in rosso sul calendario: martedì 23 gennaio, dalle 9.30, sala Ciampi di Palazzo Granducale, sede della Provincia. Con tanto di nuovo nome: ‘Stati generali della sanità livornese’. La conferma, arriva dal sindaco Salvetti.

L’anticipazione su La Nazione risale a metà novembre, ma le finalità dell’iniziativa sono rimaste immutate: "Mettere a sistema le tante questioni, tra loro intrecciate, che gravitano attorno al mondo della sanità - le sue dichiarazioni al nostro giornale -. Questioni legate ai medici di famiglia, alle farmacie nei quartieri, al cosa portare dentro il nuovo ospedale, all’imperativo di mantenere le nostre eccellenze". Il tema è sentito, in un momento di forte transizione di una città alle prese con la progettazione definitiva del monoblocco di via della Meridiana da perfezionare entro il 2024, e con la non semplice gestione dell’ospedale di Viale Alfieri.

"Tracceremo le linee di lavoro per arrivare vivi e vegeti al nuovo ospedale - aggiunge ora il sindaco -. La posizione dell’amministrazione non cambia: difendere tutti i servizi, le nostre eccellenze perchè Livorno non può permettersi di scendere sotto un certo livello. Ne è un esempio, la nuova nomina del responsabile di chirurgia toracica. Hanno provato a togliercela, ma non ci sono riusciti". Ma come si articolerà l’evento, e chi parteciperà? "La struttura è quella dei panel - aggiunge -: due la mattina e due il pomeriggio. La prima sezione delineerà il quadro generale delle criticità sanitarie livornesi e regionali. La seconda, è dedicata alle strutture sanitarie e alla territorialità. Terza parte: servizi e esigenze di chi li eroga. Ultima sezione: il modello sanitario che vogliamo inserire". Quest’ultima fa il paio con il "ragionamento da fare su cosa va dentro e come al nuovo ospedale, adesso che il progetto c’è ed è bellissimo".

Confermate le presenze dell’assessore regionale alla Sanità Bezzini, della direttrice generale Asl Casani, degli assessori comunali Raspanti e Viviani, e rappresentanze sindacali. Ancora in forse, il governatore Giani. Lato sanitario, c’è il sì della direttrice zonale livornese Cinzia Porrà, dell’ordine dei medici, infermieri e farmacisti. Con inviti rivolti a tutti i primari in carica: hanno dato "disponibilità" il nuovo primario del Pronto soccorso Dallatomasina e di Medicina generale Camaiti.

di Francesco Ingardia