Truffa e minacce dopo una vendita on line. Denunciate due persone

L’operazione dei carabinieri della Stazione di Rosignano Marittimo,in seguito alla denuncia di un uomo

I carabinieri (foto Ansa)

I carabinieri (foto Ansa)

Rosignano Marittimo (Livorno), 26 febbraio 2024 – I carabinieri della Stazione di Rosignano Marittimo, in seguito alla denuncia di un uomo vittima di un raggiro, hanno identificato e denunciato per truffa e minacce due cittadini lombardi di 40 e 46 anni. Entrambi sono accusati di aver messo in vendita sulla pagina di e-commerce di un noto sito web, un escavatore, attirando nella trappola la vittima con un prezzo esposto particolarmente allettante.

Contattati i sedicenti venditori e avuta rassicurazione sulle buone condizioni dell’escavatore, l’uomo triffato ha concordato con loro il prezzo e si è lasciato convincere ad effettuare diversi bonifici per un totale di 7000 euro. Ad un certo punto l’acquirente dell’escavatore, forse fiutando che qualcosa non andava, si è rifiutato di fare altri versamenti di denaro. È stato allora che i due malviventi prima lo hanno minacciato, poi sono spariti, lasciando a mani vuote la loro vittima che ha così deciso di sporgere denucia.

I carabinieri sono entrati in azione e dopo una serie di accertamenti, hanno identificato i presunti venditori, con precedenti specifici, che dovranno rispondere di truffa e minacce.

Il consiglio dell’Arma è di porre particolare attenzione agli annunci online di privati, soprattutto di fronte a prezzi fuori mercato e a modalità di pagamento anticipato, quali il bonifico, che non consentono la rapida risoluzione di controversie . In caso di dubbi, ci si può rivolgere ad una delle Stazioni Carabinieri del territorio provinciale per ricevere un consiglio.