Centrale del 118
Centrale del 118

Livorno, 13 maggio 2019 -  Intorno a mezzogiorno era già ubriaco al punto di seminare il panico in mezzo alla città. Un 48enne – di origine siciliana, ma domiciliato nella nostra città – ha prima tamponato un’auto in via della Cinta Esterna – all’altezza del semaforo nei pressi di piazza XI Maggio – si è dato alla fuga a tutta velocità senza prestare soccorso alla automobilista tamponata (che è poi finita in ospedale per fortuna solo con lievi traumi). La rocambolesca fuga dell’uomo si chiusa in via Mastacchi dove ha travolto e ferito gravemente una donna di 75 anni che era in sella alla sua bicicletta.

La malcapitata è stata subito soccorsa dai passanti che hanno chiamato il 118, che ha inviato sul posto un’ambulanza della Pubblica Assistenza con il medico. La donna è stata così caricata e trasportata d’urgenza al pronto soccorso in condizioni critiche.

L’investitore, che nel frattempo aveva provato a dileguarsi una seconda volta, dopo essere sceso dall’auto, invece è stato trattenuto da alcuni passanti che hanno atteso l’arrivo delle pattuglie della polizia municipale.

Il siciliano, in evidente stato confusionale, è stato accompagnato in ospedale con un’ambulanza della Croce Rossa. Proprio al pronto soccorso, attraverso un prelievo di sangue, è stato eseguito il test per verificare se era alla guida dell’automobile fosse in stato di ebrezza.

L’uomo per ora è stato denunciato per fuga e omissione di soccorso nel tamponamento avvenuto in via della Cinta Esterna. Ma rischia anche la denuncia per guida in stato di ebbrezza e per le lesioni causate alla donna di 75 anni, ricoverata in ospedale in sub-intensiva. La polizia municipale ha segnalato all’autorità giudiziaria l’uomo, per cui sono scattati gli accertamenti a suo carico necessari per stabilire a quali conseguenze andrà incontro.

Infine, grazie alla prontezza dei passanti che hanno trattenuto l’uomo e all’arrivo tempestivo della polizia municipale, è stati possobile bloccarne la fuga, consentendo così di assicurarlo alla giustizia.