Un giorno a Kiev
Un giorno a Kiev

Livorno, 18 marzo 2018 - Full immersion nell’Area X di Chernobyl, stravolta dal fallout nucleare del 26 aprile1986. Emanuele Cosimi e Francesca Gorzanelli tornano ancora una volta sul posto, per documentare grazie alle loro fotografie questo mondo ‘nascosto’. Saranno con loro anche quattro persone, per un tour istruttivo e formativo: un vero tuffo nella storia e indietro nel tempo. Sul nostro sito, da oggi e per la durata del tour che servirà anche a portare sostegno a coppie di anziani e persone in difficoltà, che vivono a contatto con l’Area X, sarà dedicato uno spazio al diario da Chernobyl. In diretta, ogni giorno il resoconto di giornate... speciali grazie a Cosimi e Gorzanelli. Buona lettura.

 

Chernobyl, 21 marzo 2018 - Al termine di ogni viaggio nella Zona di esclusione, abbino sempre una giornata di turismo a Kiev in quanto ritengo che sia una meravigliosa città, purtroppo poco considerata dagli europei. È una città ricca di musei e chiese ortodosse di incredibile bellezza. Le tappe imprescindibili sono la visita alla statua della Madre Patria (Rodina Mat in lingua ucraina) con visita al museo della grande guerra patriottica, con una sessione, purtroppo recente ed in continuo aggiornamento, dedicato alla guerra in corso nella regione del Donbass.

Una visita suggestiva e carica di simbolismo religioso ortodosso alle grotte del monastero Lavra, attraverso il labirinto sotterraneo dove sono conservati i corpi mummificati dei monaci. Uno dei musei che più di tutti stupisce è sconvolge coloro che poco conoscono l'Ucraina e la sua storia è il piccolo museo dell'Holodomor. Qui è possibile capire ciò che avvenne durante il genocidio voluto da Stalin, messo in atto togliendo il grano al popolo ucraino. Quattro milioni di persone morirono di fame  e di stenti tra il 1931 ed il 1933. Infine, imprescindibile ed imperdibile, il museo internazionale di Chernobyl. Qui è possibile trovare tantissimo materiale, anche multimediale, per conoscere al meglio possibile la storia che abbiamo percorso e vissuto nei giorni scorsi all'interno della Zona di alienazione.

Durante questo viaggio, oltre ad aver portato a termine la prima missione per conto dell'associazione contro Serra x il mondo, che sta stanziando fondi per progetti di cooperazione internazionale volti ad aiutare coloro che vivono nella zona di Chernobyl, ed oltre ad aver condotto turisti attraverso la storia, abbiamo anche raccolto il materiale mancante per concludere la guida al viaggio che sta scrivendo Emanuele Cosimi.