Riccardo Castelli, uno dei migliori contro San Miniato Ma tutta las quadra ha giocato bene ottenendo una vittoria decisiva
Riccardo Castelli, uno dei migliori contro San Miniato Ma tutta las quadra ha giocato bene ottenendo una vittoria decisiva

LIBERTAS 74 - SAN MINIATO 68
LIBERTAS: Ammannato 11, Mancini ne, Onojaife ne, Forti 12, Geromin ne, Toniato 13, Castelli 7, Ricci 4, Salvadori 0, Bonaccorsi ne, Casella 8, Marchini 19. All. Garelli.
SAN MINIATO: Santini 4, Carpanzano 24, Lorenzetti 9, Neri 8, Benites 2, Ermelani ne, Regoli Fe. 0, Caversazio 7, Capozio 2, Regoli Fr. ne, Quartuccio 2, Tozzi 10. All. Barsotti
Parziali: 22-14, 22-22, 22-16, 8-16.


Vince ancora la Libertas bloccando la marcia della capolista San Miniato (74-68) al termine di una partita avvincente e sempre condotta dagli uomini di Gigi Garelli. Non riesce, però, l’impresa di ribaltare il -10 dell’andata, accarezzata per lunghi tratti della partita.

Servono due minuti per sbloccare il punteggio, con un semigancio di Castelli, seguito da una palla rubata e schiacciata a due mani di Toniato. Per San Miniato ci pensa Tozzi a rompere il ghiaccio con la bomba del 6-3 dopo ben 3 minuti e mezzo. Ma i pisani raggiungono subito il bonus e mandano spesso la Libertas in lunetta, poco precisa dalla linea della carità e impossibilitata a tirare dal perimetro per la difesa asfissiante degli ospiti. Gli amaranto trovano però il canestro con una certa regolarità e provano ad allungare sul 14-3 grazie a un canestro e libero di Ricci e a una penetrazione di Marchini. Toniato si fa sentire sotto le plance e conquista anche uno sfondamento, con la Libertas padrona del campo. Forti in contropiede porta poi il punteggio a 18-3. San Miniato si sveglia nel finale di quarto e accorcia sul 20-14, quindi Ammannato fissa il 22-14 per il primo mini riposo. Ritmi più alti nel secondo tempino, San Miniato gioco duro, sempre al limite del fallo, e pian piano rientra in gara arrivando al 30-27 dopo un paio di errori da sotto della Libertas. Garelli a questo punto chiama il timeout per riordinare le idee e al rientro Ammannato da tre punti colpisce nonostante il pressing asfissiante.

Anche Marchini cerca e trova il canestro pesante che riporta gli amaranto sul 40-30. Si va così al riposo con i padroni di casa avanti ancora di 8: 44-36. Al rientro in campo, Forti mette a segno 5 punti consecutivi, ma San Miniato non molla e resta abbondantemente in partita. Marchini è in grande giornata e mette un’altra bomba pesante, Toniato e Casella condiscono e la Libertas torna a + 13. Carpanzano prova a tenere a galla i suoi, Barsotti alterna in continuazione gli uomini ma i ragazzi di Garelli rispondono colpo sul colpo chiudendo sul 66-52 il terzo periodo. Il vantaggio sale di nuovo a 15 punti quando Castelli intercetta una rimessa da fondo campo, appoggia a Forti che dal perimetro arricciola la retina. La mette anche Toniato per il 72-56 a 5 minuti dalla fine. Anche Tozzi segna dalla distanza e poi mette due liberi, riportando a 9 il divario tra le due squadre.

Neri accorcia ancora a 1 minuto dalla fine (-7), quindi Tozzi dalla lunetta fa 2 su 2 e a 35" dalla sirena il tabellone segna 73-68 (parziale di 12-1 per gli ospiti in 5 minuti). Ammannato fa 1 su 2, Benites sbaglia da tre e Toniato dalla lunetta sbaglia ancora: +6 a 18" dalla fine. San Miniato ci prova due volte dal perimetro, ma la palla non entra e la Libertas porta a casa la vittoria. 

Igor Vanni