Quotidiano Nazionale logo
4 gen 2022

Buglio ha plasmato la difesa La vera arma del Livorno

Il reparto è molto migliorato dalle prime giornate della stagione. Un solo gol subito nelle ultime sei partite: ora la squadra è sicura

La grinta di mister Buglio
La grinta di mister Buglio
La grinta di mister Buglio

Lavorare, lavorare e… compattarsi. C’è stato un momento nella prima parte della stagione del Livorno dove nonostante le numerose vittorie qualcosa non andava. I risultati arrivavano, è vero, ma comunque aleggiava la consapevolezza che prima o poi sarebbe arrivato uno scherzetto. Gli ingranaggi della squadra infatti non giravano alla perfezione e gli amaranto viaggiavano a una media di un gol e mezzo subito a partita. Decisamente troppi per una squadra che ambiva a dominare il campionato. Dopo la severa sconfitta contro il San Miniato però, la svolta. Buglio ha lavorato intensamente non solo sui meccanismi tattici, ma soprattutto su quelli mentali. Al Livorno infatti mancava una cosa fondamentale: l’essere un gruppo nei momenti di difficoltà, sacrificarsi per il compagno, non limitarsi al ‘compitino’. È proprio lavorando su questi aspetti che gli amaranto hanno svoltato completamente l’andatura. Giampà e Ghinassi sono diventati due colossi, Giuliani è stato fondamentale per dare equilibrio alle due fasi e FranzoniPecchia, che si sono spesso alternati, hanno acquisito sempre più consapevolezza nei propri mezzi. Un solo gol preso in sei partite, i numeri parlano chiaro. Ma soprattutto la sensazione di non aver mai pericoli nell’area di rigore, di non soffrire mai le ripartenze avversarie. La ‘nuova’ difesa gioca con serenità, senza paura di uscire dalle situazioni difficile palla al piede e, all’occorrenza, mettere anche la giusta dose di cattiveria agonistica. Mister Buglio disse che per vincere i campionati serve la miglior difesa e finalmente l’ha trovata, anzi l’ha plasmata. E adesso che la squadra è finalmente diventata Squadra, non resta che godersi al sinfonia e aspettare di tornare, finalmente, a suonare alla Scala. Filippo Ciapini ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?