Una foto storica: Aldo Montano con la bandiera della livornesità (il prefisso 0586) dopo la medaglia d’oro vinta ad Atene 2004
Una foto storica: Aldo Montano con la bandiera della livornesità (il prefisso 0586) dopo la medaglia d’oro vinta ad Atene 2004
"Livorno città dello sport, Livorno città del talento sportivo". Con queste parole il sindaco Luca Salvetti saluta la classifica del Sole 24 Ore, secondo la quale "siamo la città numero uno in Italia per atleti presenti alle Olimpiadi in rapporto al numero di abitanti. Bella soddisfazione, che ci dice di insistere a lavorare sulle strutture (palazzetti, palestre, piscine e campi sportivi) e ad affiancare il più possibile le società labroniche in ogni disciplina". A Tokyo ci saranno dunque 9 atleti e 8 tecnici della nostra...

"Livorno città dello sport, Livorno città del talento sportivo". Con queste parole il sindaco Luca Salvetti saluta la classifica del Sole 24 Ore, secondo la quale "siamo la città numero uno in Italia per atleti presenti alle Olimpiadi in rapporto al numero di abitanti. Bella soddisfazione, che ci dice di insistere a lavorare sulle strutture (palazzetti, palestre, piscine e campi sportivi) e ad affiancare il più possibile le società labroniche in ogni disciplina". A Tokyo ci saranno dunque 9 atleti e 8 tecnici della nostra provincia. In gara vedremo Giulia Aringhieri (Livorno, volley paraolimpica), Tommaso Chelli (Livorno, tiro con pistola), Gabriele Detti (Livorno, nuoto), Sarah Fahr (Piombino, volley), Francesca Fangio (Livorno, nuoto), Sara Franceschi (Livorno, nuoto), Aldo Montano (Livorno, scherma, quinta Olimpiade per lui), Elena Pietrini (Livorno, pallavolo) e Irene Vecchi (Livorno, scherma). A loro possiamo aggiungere idealmente anche il nuotatore Matteo Ciampi, atleta residente a Latina ma che da anni si allena a Livorno. Della delegazione italiana fanno parte anche i tecnici livornesi Marco Ciari (scherma paraolimpica), Stefano Franceschi e Stefano Morini (nuoto) e Filippo Volandri (tennis). Altri quattro allenatori, invece, guideranno alcune delegazioni straniere: il cecinese Antonio Giacobbe (pallavolo, Tunisia) e i livornesi Andrea Baldini (scherma, Turchia), Nicola Zanotti (scherma, India) e Francesco Marrai (vela, Brasile). "Desidero inviare un grande imbocca al lupo agli atleti e alle atlete del nostro territorio che saranno presenti alle Olimpiadi di Tokio", è il messaggio della presidente della Provincia Marida Bessi, agli sportivi della provincia livornese che fanno parte della delegazione italiana in Giappone. "Partecipare ad un’Olimpiade è il sogno di ogni sportivo e la nostra provincia ha sempre vantato numerosi partecipanti, molti dei quali hanno raggiunto risultati di grandissimo valore. In questa edizione, infatti, il nostro territorio si colloca al primo posto tra le province italiane, nel rapporto atleti partecipantipopolazione, a testimonianza di un amore per lo sport, vissuto come impegno personale, che rinnova una tradizione consolidata da tempo. Questa sarà anche un’edizione dei giochi olimpici caratterizzata dalla pandemia, senza la presenza del pubblico e con molte limitazioni durante la permanenza nel villaggio olimpico, che da sempre rappresenta un luogo di grande scambio culturale tra atleti di tutto il mondo. Per questo vorrei far arrivare ai nostri rappresentanti e ai loro tecnici, tutto il nostro calore e sostegno, in attesa di vivere con loro le emozioni delle gare".

i.v.