La Pielle demolisce Piacenza 81-53

Schiacciante vittoria degli uomini di Cardani contro la Bakery in una partita mai in discussione, dominata sia in attacco che in difesa

Dominio Pielle contro Piacenza (Foto Novi)
Dominio Pielle contro Piacenza (Foto Novi)

Livorno, 24 gennaio 2024 - Dominio totale della Pielle che al PalaMacchia asfalta la Bakery Piacenza 81-53. Un risultato mai in discussione in una partita che ha fatto emergere una supremazia fisica tattica e di gioco evidente tra le due compagini a favore della Caffè Toscano: tre uomini in doppia cifra (20 a referto per Chiarini, miglior marcatore), 18/25 dalla media distanza e 46 rimbalzi (39 in difesa) contro i 31 della Bakery. Numeri, seppur freddi, che rendono l’idea di quanto abbia ben performato la squadra allenata da Cardani.

STARTING FIVE

PL: Rubbini, Chiarini, Ferraro, Lo Biondo, Diouf (all. Cardani) PI: Criconia, Soviero, Maglietti, Rasio, Mastroianni (all. Salvemini)

1QT (19-13)

Parte fortissimo la Pielle con due canestri consecutivi dopo la palla a due. Chiarini piazza la prima tripla di serata (6-0). Lo stesso argentino mette il tiro con tanto di step back (9-0). Lo Biondo taglia in due la difesa emiliana e appoggia facile al tabellone la palla del 11-0. Piacenza costretta al primo time out di serata. Primo canestro per gli ospiti dopo 5’ abbondanti di gioco, con Maspero che sblocca i suoi e il tabellone (12-2). Entra in partita Piacenza nella seconda metà di frazione, con canestri che mettono in fiducia gli uomini di coach Salvemini (14-10). Il parziale di 0-8 rimette in corsa la Bakery, e Cardani chiama il time out. Punteggio dopo 10’: 19-13.

2QT (33-29)

Alla ripresa del gioco, Laganà ruba palla a centrocampo e viaggia indisturbato verso il tabellone (21-13). Ferraro interrompe per la PL una serie di attacchi e tentativi andati a vuoto: al 14’, Pielle avanti 24-13. Secondo time out per Piacenza. In uscita, a segno Piacenza dalla lunga distanza con Manenti (24-16). Clamorosa tripla di Chiarini, ancora con passo laterale a creare distanza dal difensore: solo retina (27-16). Quota 30 per la PL con la tripla dall’angolo di Lo Biondo (30-20), al minuto 17. Laganà spende un fallo a centrocampo e Maglietti ne approfitta per andare 1/2 dalla lunetta (30-21). Partita che si surriscalda per chiamate arbitrali sinceramente rivedibili, a una manciata di minuti dall’intervallo lungo. Piacenza approfitta dei liberi fischiati a favore e torna sotto alla Pielle (33-26). Criconia mette la tripla che riapre definitivamente i giochi prima della sirena. Squadre all’intervallo lungo sul 33-29. 

3QT (62-46)

Gioco da tre punti di Momo Diouf in avvio di terzo quarto, dopo il viaggio dalla lunetta (36-29). Lo Biondo segna nonostante il contatto dalla media distanza (38-29). Torna sul +11 la PL con i liberi a segno di Diouf. Morbidissimo il floater di Lo Biondo sul pitturato, che vale il +13 (44-31). Maglietti risponde alla folata dei biancoblù che tentano di allungare (47-34). Facile facile la penetrazione di Rubbini al ferro al minuto 26 (49-36). Altra penetrazione vincente di Chiarini e vantaggio PL che lievita sul +15 (51-37). Rasio affonda e va a segno resistendo al contatto con Pagani (51-43). Punteggio a fine terzo quarto 62-46. Pielle di nuovo in vantaggio di 16 punti.

4QT (81-53)

Prova a mettere in ghiaccio la partita la PL in avvio di quarto quarto. Capitan Campori appoggia al vetro la palla del 65-47. Piacenza prova con tutte le forze rimaste a rimanere agganciati a una partita piuttosto indirizzata a favore dei padroni di casa. Loschi in contropiede segna il canestro del +20 al 34’. Coach Salvemini infuriato chiama il time out per svegliare i suoi sul 67-50. Cronometro che scorre via in un match che non ha praticamente più niente da dire. Cardani sfrutta il garbage time per mandare in campo i verdi Cristofani e Gamba. Ferraro non smette di segnare e infrange il muro degli 80 punti. Piacenza, ormai ha alzato bandiera bianca (80-53). Punteggio finale 81-53 per la Pielle