Palio marinaro: il “Venezia” si aggiudica l’ultima grande sfida di una stagione esaltante. Mini e femminile al Borgo / Foto e video

L’armo biancoroso fa suo il titolo 2023. Borgo vince con gli juniores e nel femminile. Gran folla alla Terrazza Mascagni, colpo d’occhio spettacolare

L'equipaggio del Venezia vince il Palio marinaro Livorno 2023 (Foto Novi)
L'equipaggio del Venezia vince il Palio marinaro Livorno 2023 (Foto Novi)

Livorno, 2 luglio 2023 – Palio marinaro di Livorno: domenica 2 luglio, si è disputata l’ultima prova del calendario delle gare remiere labroniche. Venezia sul gradino più alto del podio.

Il Venezia in trionfo

Il via delle corse alle ore 18,30 con Minipalio juniores e la gara femminile: Borgo Cappuccini si aggiudica sia l’una che l’altra. Ma il Palio marinaro a dieci remi 2023 è del Venezia, che stacca tutti nel rush finale e porta a casa il trofeo in 10’23”8. Un trionfo, una vittoria cercata, voluta, centrata e meritata.

L'equipaggio del Venezia vince il Palio marinaro Livorno 2023 (Foto Novi)
L'equipaggio del Venezia vince il Palio marinaro Livorno 2023 (Foto Novi)

Terrazza Mascagni gremita di pubblico, colpo d’occhio meraviglioso, una grande festa di gente e di tradizione per Livorno, in una domenica finalmente con bel sole ma vento che ha reso più impegnativo il capo di gara. Il maltempo del resto aveva costretto a posticipare di un giorno l’appuntamento di chiusura della stagione 2023, che coincide con l’edizione numero 85.

Le foto Novi (1)

Mare abbastanza increspato, dicevamo: più faticoso da affrontare, soprattutto per chi si trova alle boe di terra, a causa via della risacca che fa imbarcare acqua. “Ma il campo di regata è sicuramente spettacolare, esaltante”, come sottolinea anche il sindaco Luca Salvetti.

Minipalio al Borgo Cappuccini

Borgo Minipalio (Foto Novi)
Borgo Minipalio (Foto Novi)

Alle 18,34 parte la gara juniores maschile dei gozzi a quattro. Boa 1 Borgo Cappuccini; boa 2 Ardenza; boa 3 Labrone; boa 4 San Marco Pontino; boa 5 San Jacopo; boa 6 Salviano; boa 7 Venezia; boa 8 Ovosodo.

Campo di gara del Minipalio

E’ subito una corsa a due sul campo di gara che prevede la distanza di mille metri e un solo giro di boa. Ovosodo e Borgo ingaggiano subito un testa a testa bellissimo, con l’armo bianconero (in acqua 1) che recupera il gap e si aggiudica la vittoria dopo un rush micidiale.

Borgo, Ovosodo, Pontino, Venezia, Ardenza, Labrone, Salviano, San Jacopo l’ordine di arrivo della gara juniores, detta anche “Minipalio”.

Tempi ufficiali: Borgo 5'56"6, Ovosodo 6'00"5, Pontino 6'08"0, Venezia 6'15"0, Ardenza 6'17"2, Labrone 6'39"8, Salviano 6'58"9, San Jacopo 7'02"7.

Esultanza di Borgo per la vittoria nel Minipalio (Foto Novi)
Esultanza di Borgo per la vittoria nel Minipalio (Foto Novi)

Al Borgo anche il femminile

Il gozzo a quattro del Borgo vince anche nella corsa femminile.

In boa 1 Borgo Cappuccini, in boa 2 Salviano, in boa 3 Ardenza, in boa 4 Labrone e in boa 5 Ovosodo.

L'equipaggio femminile di Borgo Cappuccini (Foto Novi)
L'equipaggio femminile di Borgo Cappuccini (Foto Novi)

Partono bene le ragazze del Benci Centro Ovosodo, ma Borgo Cappuccini si fa avanti e supera mettendo distanza. Al giro di boa l’equipaggio bianconero è di poco in vantaggio su quello bianco e giallo. Bene Labrone a seguire. Dopo il giro di boa, le vogatrici del Borgo provano l’allungo e ci riescono aggiudicandosi il titolo in volata precedendo Ovosodo e Labrone. Un finale spettacolare, bravissime tutte le ragazze. Tutte! 

Lo scenario

Anche il presidente del Livorno Joel Esciua a vedere il Palio Marinaro (Foto Novi)
Anche il presidente del Livorno Joel Esciua a vedere il Palio Marinaro (Foto Novi)

La “corsa del mare” ha come scenario il tratto che va dall’Acquario fino ai Bagni Pancaldi: duemila metri con tre giri di boa e una durata intorno ai 10 minuti per quanto riguarda i gozzi a dieci remi. E’ la gara più attesa, ovviamente, quella che chiude la stagione delle gare remiere cominciata il 25 aprile con il Trofeo Liberazione e proseguita con la Coppa Risi’atori e la Coppa Baroncini, tutte e tre appannaggio del Borgo Cappuccini.

Il mare crea problemi a un paio di boe, che devono essere riagganciate. Difficile anche l’allineamento e sono necessari più tentativi prima di dare il via. Adrenalina a go-go, moto perpetuo dei vogatori che in attesa di riprendere la loro posizione continuano a riscaldarsi. E’ anche una sfida di nervi, non solo di braccia. In boa 1 San Marco Pontino; boa 2 San Jacopo; boa 3 Salviano; boa 4 Ovosodo; boa 5 Labrone; boa 6 Ardenza; boa 7 Borgo Cappuccini; boa 8 Venezia.

Le foto Novi (2)

Il Palio a 10 remi è biancorosso!

Alle 19,56 lo start! Equilibrio alle prime “palate”, Salviano morde e spinge forte con una bella partenza. Ma non c’è molta distanza fra le varie imbarcazioni, tutti gli equipaggi sono assolutamente in corsa e il pronostico appare incerto.

Passata la prima virata, neanche a metà gara sono messi bene, nell’ordine, un sorprendente Pontino, poi Venezia e Borgo. Poi alla seconda virata sono Venezia in acqua 8 e Borgo in acqua 7 a contendersi il tutto, ma il Pontino tiene alla grande.

L’armo del Costante Neri appare adesso in difficoltà, si attarda, perde contatto. Ora gli equipaggi si sgranano, mentre Venezia e Pontino si stanno rendendo protagonisti di questo Palio Marinaro. Il Pontino San Marco non vince dal 1994 e oggi se lo sta giocando alla grande.

Passa avanti il Venezia, poi Pontino, Borgo e Ardenza verso il rush finale. E’ il Venezia adesso che stacca in un finale tiratissimo, estenuante, fantastico per gestione di sforzo fisico e mentale. L’armo biancorosso vince questa edizione 2023. Sette vogatori al di sotto dei 21 anni, è anche una grande prospettiva. Vicinissimi al successo nella Risi’atori, male nella Barontini, ma nel Palio no: il Venezia stavolta ha il piglio giusto, aggredisce l’acqua con ferocia e determinazione, fino a tagliare il traguardo lasciando muti gli avversari. Chapeau.

Dopo essersi aggiudicato il Trofeo Liberazione (clicca e vedi), la Coppa Risi’atori (clicca e vedi) e la Coppa Barontini (clicca e vedi), a questo giro il Borgo Cappuccini non ce la fa. Il grande slam gli svanisce in mare aperto, davanti al magnifico scenario naturale della Terrazza Mascagni, degno della più grande poesia di Caproni. 

Il Venezia si aggiudica dunque il Palio a dieci remi 2023 dopo una corsa condotta alla grande. Nessuna magìa, bensì una condotta di gara impeccabile, dosando nel modo giusto forza fisica e tecnica, remo su remo, colpo su colpo. Coltellate contro il mare increspato, quello più faticoso da affrontare. Trofeo al cielo e in bacheca con pieno merito per l’equipaggio biancorosso.

La classifica finale

Vince il Venezia 10' 23" 8; secondo posto Pontino 10' 36" 2; terzo posto Ardenza 10' 37" 3; seguono Borgo 10' 39" 1; Salviano 10' 59" 3; San Jacopo 11' 12" 4; Labrone 11' 14" 3; Ovosodo 11' 22" 8.

Alessandro Antico