Gloria Mattanini
Gloria Mattanini

Milano, 5 ottobre 2018 – Tra dosi e ricette impossibili si fa sempre più dura l’avventura della livornese Gloria Mattanini a Bake Off 2018. La quinta puntata della sesta edizione del cooking show targato BBC, prodotto da Magnolia per Discovery Italia, e condotto da Benedetta Parodi, ‘sforna’ prove sempre più difficili per i 12 concorrenti in gara. Il tema della serata è lo sport: dolci sani e spirito di squadra.

Sotto il tendone, allestito nel parco di Villa Bagatti Valsecchi a Varado, i tre giudici - Ernst Knam, Clelia D’Onofrio e Damiano Carrara – mescolano le carte in tavola e chiedono una prima prova di gruppo per realizzare una millefoglie che deve avere tre strati due farciture e una decorazione. La livornese 64enne finisce nel team arancione con Iacopo e Irene. “Ci siamo divisi il lavoro in base al tempo, siamo contenti del risultato” dice Gloria prima dell’assaggio. I giudici non sono ottimisti come la concorrente toscana. “La sfoglia è la migliore di tutti, però non ci siamo con l’interno” tuona il maestro Knam. "È cotta alla perfezione, peccato” sentenzia il lucchese Carrara.  

Il livello di difficoltà si alza ancora con la prova tecnica dedicata ai dolci golosi ma sani. Gli aspiranti pasticceri devono preparare pancake senza burro, zucchero e lattosio, in tre gusti diversi e impilati in torri da 12. La livornese è soddisfatta, un po’ meno i giudici. “Il mio è bruciato” dice Carrara. “Nel mio non si sente il cacao” dice la D’Onofrio, mentre Knam: “Non male!” e, alla fine l’ex vigile si piazza sesta su 12.

Nella prova sorpresa Gloria (così come gli altri aspiranti pasticceri) è chiamata a superare i propri limiti creando un dolce che non le è mai riuscito. Nel caso della toscana è la ‘Torta moderna’. “Gloria, che ti devo dire?” esclama il giudice lucchese facendo capire che il dolce è completamente sbagliato. Ma alla fine la concorrente di Piombino approda alla sesta puntata, in onda venerdì 12 ottobre su Real Time.