Basket, la Pielle Livorno non si ferma più: Caserta ko 79-72

Sesta vittoria di fila per i ragazzi di coach Cardani, trascinati dal solito Chiarini. Partita dominata per lunghi tratti del match e primato blindato in coppia con Herons

La Pielle esulta (Foto Novi)
La Pielle esulta (Foto Novi)

Livorno, 11 febbraio 2024 - Vittoria e primato senza la Libertas per la Pielle: al PalaMacchia Caserta liquidata 79-72, al termine di una partita dalle due facce per gli uomini di Cardani. Semplicemente perfetti nei primi due quarti, calati vistosamente nel terzo e quarto quarto, anche per merito di una Paperdi che, nonostante l’ultimo posto in classifica nel girone, ha venduto cara la pelle. 

Una vittoria pesantissima, considerando il ko a Rieti dei cugini-rivali della Libertas, che vale il primato nel girone a pari punti con Herons, vincente a Fiorenzuola. 
STARTING FIVE
PL: Rubbini, Chiarini, Ferraro, Lo Biondo, Diouf (all. Cardani)
CA: Lucas, Pagano, Mastroianni, Alibegovic, Paci (all. Dell’Imperio)
1QT (29-17)
Ad aprire le danze è la Pielle con Rubbini a segno dal perimetro (0-3). Partenza a cento all’ora per le triglie, avendo dopo due giri d’orologio 8-0. Primo canestro di reazione per Caserta con Alibegovic dalla media (8-2). A metà frazione Pielle avanti 14-5, dopo l’arresto e tiro vincente di Chiarini, in risposta al canestro dall’angolo di Alibegovic. Primo time out chiamato da Caserta perché la Pielle porta il suo vantaggio in doppia cifra (17-7). Impatta al meglio la gara Federico Loschi, subentrato nelle prime rotazioni, e spara la tripla (non contestata) del 20-11. Massimo vantaggio sin qui PL al 7’, dopo la tripla a segno di Lo Biondo (23-11). Basket champagne al PalaMacchia: di nuovo Lo Biondo a segno, pescato dall’angolo con extra pass da Loschi (26-11). Fine primo quarto: 29-17 PL.
2QT (47-31)
Prova a reagire e rimettersi in carreggiata Paperdi a inizio secondo quarto. Protagonista il play Lucas del canestro del 33-19. Cardani alza il quintetto, con tonnellaggio e centimetri: Pagani e Diouf sul parquet, insieme a Ferraro e Loschi: 39-19 al 14’, +20. Non smette di segnare la Pielle in versione macchina da guerra. Lo Biondo insacca la tripla del 42-21: Caserta semplicemente doppiata e annichilita. Paci appoggia la palla al vetro e segna comodo due punti per Paperdi (47-27). Primo time out chiamato da Cardani dopo il piccolo break di 0-4 creato sul finire di quarto da Caserta (47-31). 
Fine secondo quarto (47-31).
3QT (63-51)
Ricomincia a segnare la Pielle in avvio di terzo quarto col viaggio al ferro di Max Ferraro (49-31). Tripla di risposta di Butorac per Caserta (49-36). Ad abbattere il muro dei 50 punti è l’argentino Chiarini con la bomba del 52-40. Sempre Chiarini sbaglia un facile appoggio dopo la rubata di Lo Biondo e sul ribaltamento di fronte Caserta punisce dal pitturato: svantaggio ridotto a -10 (52-42). Cardani chiama prontamente il time out nel momento migliore di serata degli avversari, che provano con ostinazione a rientrare in partita al minuto 24. Ci pensa Lo Biondo a dare ossigeno ai suoi con una penetrazione fallosa: gioco da tre punti e di nuovo +13. Sergio per Caserta tiene il contatto con Ferraro e spalle a canestro spinna e segna dal mid range (55-44). Alibegovic suona con la tripla la carica per la Paperdi, sotto ora in singola cifra (56-47). Nel momento del bisogno, fondamentale tripla dall’angolo di Loschi (60-49), entrati nel 30esimo minuto. Paci giganteggia stavolta in area PL e piazza il jumper del nuovo -10 (61-51).
Fine terzo quarto 63-51.
4QT (79-72)
Ci crede Caserta nella remuntada a va all-in nel quarto quarto, fino al -8 (65-58). Reagisce quando deve la PL: essenziale parziale di 6-0 che riporta sul +11 il vantaggio, complice lo zampino del solito Chiarini (71-60). Esplode il PalaMacchia con la schiacciata di Momo Diouf (73-62). Bomba centrale di Lucas a segno (75-67). Ancora Lucas a segno in sospensione (75-69). Alibegovic resiste al contatto e segna, sfruttando il viaggio dalla lunetta (75-72) al 38’. Nell’ultimo minuto di gioco Caserta si gioca la partita, sbagliando i liberi con Paci che potevano portare a un finale in volata: lo 0 su 2 dalla lunetta pesa come un macigno, fino all’alzata di bandiera bianca alzata sul 79-72.
Risultato finale 79-72.