Filippo Ciapini
Sport

Il Trestina sciupa la festa di Luci e del Livorno: al “Picchi” finisce 1-1

La squadra di Collacchioni non sfonda. Per il capitano 369 partite in amaranto, come Lessi

Il sindaco Salvetti premia il capitano Luci (Foto Novi)

Il sindaco Salvetti premia il capitano Luci (Foto Novi)

Livorno, 16 aprile 2023 – Un film (brutto) che non vuole arrivare ai titoli di coda. Arriva un altro pareggio per il Livorno che contro il Trestina non va oltre l’1-1. All’Armando Picchi gli amaranto passano in vantaggio con un bel colpo di testa di Giuliani, ma vengono raggiunti da Ferri Marini dopo oltre un’ora di gioco. In mezzo, la clamorosa occasione fallita da Lo Faso e lo scellerato errore di Longo dagli undici metri.

Prima della gara è stato premiato Andrea Luci che, con la presenza di oggi, ha raggiunto Mauro Lessi al primo posto dei recordman di presenze con 369 gettoni. Dalla Serie A fino all’Eccellenza, il capitano amaranto ha giocato anche con una maglia speciale con scritto “Il più amaranto di sempre”. Oltre a questo premiata anche la famiglia di Mauro Lessi con una targa celebrativa.

In attesa del closing con Joel Esciua (clicca qui e rivedi il nostro speciale) previsto per il 5 maggio, gli amaranto sciupano una buona occasione in chiave playoff. 

Amaranto che si schierano con un 3-4-2-1 composto da Fabrizio Bagheria in porta con Maikol Benassi, Andrea Fancelli ed Elia Giampà in difesa. A centrocampo, sugli esterni Jacopo Giuliani e Filippo Lorenzoni con in mezzo al campo capitan Andrea Luci e Simone Greselin. Sulla trequarti, alle spalle dell’unica punta Stefano Longo, Michele Bruzzo e Simone Lo Faso. Parte in maniera positiva il Livorno che nei primi dieci minuti sfiora la rete con Giampà e Lo Faso. Il palo colpito dagli ospiti con Di Nolfo, però, riaccende il Trestina che si riorganizza e mette alle strette la squadra di Collacchioni. A cinque minuti dal termine della prima partita, però, Giuliani porta in vantaggio gli amaranto con una bella girata di testa su un cross di Greselin. La seconda frazione parte con dei ritmi piuttosto bassi da parte di entrambe le squadre. Scoccata l’ora di gioco Lo Faso si divora il raddoppio trovandosi a tu per tu con Casillo e sparando altissimo sopra la traversa.

Livorno che continua a spingere e creare occasioni. Al 63esimo Longo viene atterrato in area di rigore dalla difesa ospite. Dal dischetto lo stesso attaccante amaranto però viene ipnotizzato da Casillo che respinge a lato la debole conclusione. Il miracolo del portiere del Trestina scuote la squadra di Farsi che trova il pareggio con Ferri Marini, bravo a sfruttare alla perfezione l’ottimo assist di Belli. Il pareggio a sorpresa degli ospiti abbatte gli amaranto che provano un disperato, ma inutile, forcing finale negli ultimi dieci minuti di gara. Brava la difesa bianconera a schierarsi e restare ordinata. La partita finisce così con uno sterile pareggio, la consapevolezza di non riuscire a gestire i vantaggi e forse anche l’addio al terzo posto.

IL TABELLINO

Livorno (3-4-2-1): Bagheria; Giampà, Benassi (79' Pecchia), Fancelli; Lorenzoni (65' Belli), Luci, Greselin, Giuliani; Bruzzo (65' El Bakhtaoui), Lo Faso (75' Lucatti); Longo (65' Bamba). A disposizione: Fogli, Lucarelli, Camara, Russo. All. Collacchioni

Trestina (3-5-2): Casillo; Della Spoletina, Cenerini, Grea; Belli (91' Convito), Bologna, Brevi, Ceccuzzi (52' Barbarossa), Lorenzini; Di Nolfo (71' Sensi), Ferri Marini (80' Bazzoffia). A disposizione: Montanari, Montani, Di Cato, Laurenzi, Montanari, Bazzoffia. All. Farsi

Arbitro: Bonci di Pesaro

Reti: 42' Giuliani, 69' Ferri Marini

Note: angoli 6-4, ammoniti Ceccuzzi, Ferri Marini, Benassi, recupero 1'+5', spettatori 2.667