Livorno: gonfalone d’Argento per Giorgio Chiellini

Per l’ex difensore-bandiera della Juve e della Nazionale la più alta onorificenza dell’assemblea legislativa toscana: «Fiero di essere livornese e toscano».

La premiazione di Giorgio Chiellini in Comune
La premiazione di Giorgio Chiellini in Comune

Livorno, 4 gennaio 2024 - Gonfalone d’Argento per Giorgio Chiellini. Nella Sala Cerimonie del Comune di Livorno l’ex calciatore-bandiera della Juventus e della Nazionale è stato insignito della «più alta onorificenza dell’Assemblea legislativa toscana».

Una cerimonia a cui ha preso parte il presidente del Consiglio Regionale Mazzeo, che suggella la decisione all’unanimità, «senza distinzioni politiche o di partito», presa dall’Ufficio di presidenza della Regione, su proposta proprio di Mazzeo, a distanza di qualche settimana dalla notizia dell’addio al calcio giocato per Chiellini, che con la squadra locale del Livorno 9 ha iniziato a muovere i primi passi, sino al debutto tra i professionisti con la maglia del Livorno. 

«Sono cresciuto qua a Livorno - le parole di Chiellini - come migliaia di ragazzi con tanti sogni, tante ambizioni, ma non avrei mai immaginato di raggiungere quello che ho fatto, andando oltre ogni più rosea aspettativa. Penso di essere stato fortunato a crescere qui, a Livorno, in mezzo alla mia famiglia, a tanti amici. Persone che mi hanno permesso di rimanere attaccato alla realtà, quando poi la vita mi ha portato in cielo, tirandomi a destra e sinistra. La vita che facciamo noi calciatori a volte ti porta a perdere la connessione col mondo reale. Livorno è stata un’ancora importante che mi ha permesso di diventare l’uomo che sono. Fiero di essere livornese, fiero di essere toscano. Il cibo, i posti, lo sport, l’estro dei toscani ci rendono famosi in tutto il mondo. Siamo veri, testardi e raggiungiamo quello che vogliamo. Non vi potete immaginare quanto siamo amati anche oltre oceano. Tutti si illuminano quando sentono parlare di Italia e Toscana». E da qui, proprio l’impegno e l’invito rivolto a Chiellini da parte del presidente Mazzeo di «diventare ambasciatore della Toscana nel mondo».