Calcio, la crisi del Livorno: dopo il ds si dimette anche il tecnico Favarin

Il difficilissimo inizio di anno per la squadra amaranto: la società ha accettato il passo indietro del tecnico

Giancarlo Favarin
Giancarlo Favarin

Livorno, 8 gennaio 2024 – Un inizio di anno da incubo per il Livorno. Dopo la sconfitta interna con il Poggibonsi di domenica 7 gennaio, il tecnico Giancarlo Favarin, 65 anni, si è dimesso. Lo aveva già fatto nelle ore immediatamente successive al match il diesse Pinzani. Un momento critico, fra i più difficili per la squadra del presidente Esciua che ora dovrà riempire le due caselle con nuovi nomi. 

"L’Unione Sportiva Livorno 1915 – si legge in una nota societaria – comunica che l’allenatore Giancarlo Favarin, nella mattinata odierna, ha rassegnato le proprie dimissioni da tecnico della prima squadra. Le dimissioni sono state accolte dalla società. L’Unione Sportiva Livorno 1915 ringrazia Favarin per il lavoro svolto e la professionalità dimostrata nel corso di questa stagione sportiva e gli augura le migliori soddisfazioni personali e professionali”.

Si chiude dunque l’avventura sulla panchina amaranto per il tecnico originario di Pisa. Era stato scelto lui come allenatore di una nuova era del Livorno, quella del presidente Esciua. Il sogno era riuscire a traghettare il Livorno di nuovo nel professionismo, dalla D alla C. Era arrivato a giugno 2023, per preparare al meglio una stagione importante.

Sei mesi dopo la sua avventura si chiude. Attualmente in classifica gli amaranto sono fuori dai posti che contano, quelli utili per fare il salto di categoria che la piazza chiede.